Perugia, il comunicato: "Estranei all'illecito, finora non ci è stato comunicato nulla"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Perugia, il comunicato: "Estranei all'illecito, finora non ci è stato comunicato nulla"
Il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre
Il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre
Profimedia
'Disponibili a qualsiasi chiarimento con la Procura federale'

Al Perugia calcio sono "certi" dell'estraneità all'accusa di illecito sportivo mossa dalla procura federale della Federcalcio in relazione al gol del successo sul Benevento (nell'ultima giornata del campionato di B, finito comunque con la retrocessione degli umbri) anche se "fino ad oggi nulla è stato a noi comunicato dagli organi competenti".

Lo sottolinea il club in un comunicato. L'azione della giustizia sportiva riguarda in particolare le "modalità di realizzazione della rete del definitivo 3-2 nella gara Perugia-Benevento della 38/a e ultima giornata del campionato di serie B". Nella sua nota il Perugia ha sottolineato di avere appreso "dalle testate nazionali e dai vari media, sicuramente in modo inusuale, che è stata aperta un'indagine sulla gara Perugia-Benevento".

"Certi della nostra totale estraneità ai fatti - prosegue la nota ufficiale - ci rendiamo sin da ora disponibili a qualsiasi chiarimento con la Procura federale anche se fino ad oggi nulla è stato a noi comunicato dagli organi competenti". Secondo quanto trapelato nella giornata di ieri, è già stato acquisito il video della gara, e nei prossimi giorni saranno ascoltati i tesserati coinvolti nell'episodio.