Doppietta azzurra a Crans: trionfa Bassino con Brignone seconda, Marta: "Non mi aspettavo di vincere"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Doppietta azzurra a Crans: trionfa Bassino con Brignone seconda, Marta: "Non mi aspettavo di vincere"
Marta Bassino
Marta Bassino
AFP
3/a Lara Gut-Behrami che supera Goggia in classifica disciplina

 Splendida doppietta azzurra nella seconda discesa di Coppa del Mondo di Crans Montana. Ha vinto - settimo successo in carriera e primo in questa disciplina - la piemontese Marta Bassino, 2/a Federica Brignone. Solo terza invece la svizzera Lara Gut- Behrami, vincitrice della libera di ieri, che con l'assenza forzata per infortunio di Sofia Goggia è passata in testa alla classifica di disciplina: 369 punti contro i 350 dell'azzurra quando mancano solo due gare alla fine della stagione. Per l'Italia c'è' poi con uno splendido quinto posto per la trentina Laura Pirovano.

"Bassino: "Non mi aspettavo di vincere in discesa"

Dopo sei vittorie in gigante ed il titolo mondiale di SuperG dell'anno scorso per la piemontese Marta Bassino è arrivata anche la prima vittoria in discesa dopo una stagione in cui risultati - nonostante una bella sciata - parevano non arrivare.

"Non mi aspettavo di vincere in discesa, ma ho sempre creduto nella velocità - sono state le prime parole di Marta Bassino dopo il successo di Crans Montana - Sapevo di avere due buone discipline su cui puntare come gigante e superg, ma ero consapevole che anche in discesa avrei potuto dire la mia", ha aggiunto sicura dopo la sua gara praticamente perfetta".

"È la mia prima vittoria in discesa: nel 2020 il secondo posto di Bansko era arrivato in condizioni più difficili, invece ho vinto su una pista da discesista, con tratti di scorrimento in cui ho spesso faticato. Il numero di partenza basso ha sicuramente aiutato ma sono davvero contenta perché ci ho sempre creduto e lavorato: il mio momento infine è arrivato", ha detto la piemontese.

"È bello tornare in alto in una stagione in cui sono mancati i risultati importanti. Oggi ho fatto tutto nel modo giusto, facendo la differenza nel muro finale. Non è stato facile gestire gli scorsi mesi ma mi sono data sempre pazienza, sapendo che sarebbe tornato tutto alla normalità", ha concluso Bassino.

Brignone: "Ho fatto quello che so fare, Marta è stata perfetta"

Con lei, sul secondo gradino del podio, c'è Federica Brignone, seconda sulla pista Mont Lachaux che in carriera le ha regalato già quattro vittorie in combinata. "Sono felice, ho fatto quello che potevo fare senza grossi errori come nelle ultime gare. Ho fatto quello che so fare: Marta è stata perfetta, ma sono orgogliosa di quello che ho fatto io, peccato per Laura Pirovano, sarebbe stato bello salire in tre sul podio", ha detto Fede riferendosi alla trentina, quarta venerdì e quinta in questa seconda discesa in cui è stata a lungo in corsa per il suo primo podio. "Dobbiamo ringraziare i nostri allenatori che passano ore al video ogni pomeriggio per darci le migliori indicazioni. A noi piacciono le piste tecniche, oggi le condizioni erano migliori e abbiamo fatto la differenza. Battere una Gut in queste condizioni è davvero notevole", ha concluso soddisfatta Federica.