Coppa del Mondo donne: Brignone vince il gigante di Mont-Tremblant

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Coppa del Mondo donne: Brignone vince il gigante di Mont-Tremblant
Aggiornato
Coppa del Mondo donne: Brignone vince il gigante di Mont-Tremblant
Coppa del Mondo donne: Brignone vince il gigante di Mont-Tremblant
Profimedia
L'azzurra ha trionfato in Canada nella prima gara della stagione. Bene anche Bassino e Goggia.

L'azzurra Federica Brignone ha vinto in 2.14.95 il primo slalom gigante Coppa del mondo di sci donne a Mont Tremblant, in Canada.

Per lei, unica azzurra ad aver mai vinto la grande Coppa del mondo, è il successo numero 22 in carriera, come Sofia Goggia. Seconda la slovacca Petra Vlhova in2.15.16 e terza l'americana Mikaela Shiffrin in2.15.24.

Per l'Italia - con una grande prestazione di squadra - in classifica anche una bravissima Marta Bassino sesta in 2.15.99 e una eccellente Sofia Goggia settima in 2.16.57.

Più indietro la lombarda Roberta Melesi diciottesima in 2.18.11 mentre la meranese Elisa Platino è finita fuori dopo essere stata trentesima.

Euforia Brignone

"Dopo la prima manche ero molto soddisfatta del risultato: al comando e con una bella sciata. Ma nella seconda non mi sono sentita bene allo stesso modo, anche se questa neve mi piaceva e il risultato è arrivato. Il gigante è sempre la mia prima specialità, anche se poi sono arrivati successi pure in altre discipline. Ci tenevo tanto a ottenere qui un bel risultato: in Canada non avevo mai vinto", così Federica Brignone, visibilmente soddisfatta, ha commentato la vittoria in Quebec.

Autocritica Bassino

Fa invece un po' autocritica invece Marta Bassino: "Ho sciato abbastanza uguale nelle due manches, solo mi ero perduta qualche spinta nella prima manche. Qui la pista è molto piatta e facile, ma allo stesso tempo anche difficile perché devi sempre spingere ma se perdi la traiettoria ideale, diventa dura recuperare. Qui ho fatto un passo in avanti e alla fine sono contenta".

Soddisfatta Goggia

Decisamente soddisfatta e molto allegra Sofia Goggia: "Il risultato è ottimo perchè la scalata in questa disciplina deve essere graduale. Continua a vivere il gigante senza aspettative, ma tenendo gli standard tecnici il più possibile. Credo di avere fatto una discreta prima manche - sottotinea -, nella seconda ho fatto un buon buonissimo piano visto che sono una discesista : nella parte finale ero talmente lenta che mi sono addormentata".