Sci: Brignone e Bassino cercano la prima vittoria nello slalom gigante di Mont Tremblant

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Sci: Brignone e Bassino cercano la prima vittoria nello slalom gigante di Mont Tremblant
Federica Brignone a Solden
Federica Brignone a Solden
AFP
Nel Quebec le due azzurre cercheranno di spodestare Lara Gut-Behrami. Con loro anche Sofia Goggia, per allenarsi in vista delle discese.

Se a Beaver Creek, su un tracciato pericoloso per la troppa neve presente in pista, è stata cancellata la prima delle due discese in programma nella località del Colorado, la coppa del mondo donne sbarca per la prima volta a Mont Tremblant, in Quebec, poco lontano da Montreal, dove domani e dopodomani ci saranno due slalom gigante.

Sinora, nelle due gare di tale disciplina disputate a Soelden ed a Killington, c'è stata una sola vincitrice, la svizzera Lara Gut-Behrami che è partita a mille in questa stagione.

E' dunque soprattutto con lei che dovranno misurarsi le gigantiste azzurre capitanate da Federica Brignone.

A Soelden l'azzurra è stata seconda e poi sesta a Killington.

E' dunque al caccia della prima vittoria stagionale, così come vuole un podio pure Marta Bassino, l'altra grande gigantista dell'Italia.

La pista di Mont Tremblant è abbastanza lunga ma non ha grandi pendenze e dunque saranno fondamentali la precisione e la capacità di lasciar andare gli sci.

Alla vigilia alcuni lavori sulla pista di gara hanno impedito alle protagoniste del doppio gigante di effettuare la classica sciata sul pendio di gara.

Così gli allenatori hanno tracciato un percorso alternativo per rifinire gli ultimi dettagli.

Con le azzure c'è anche Goggia

Con l'Italia in pista ci sarà pure Sofia Goggia che continua ad usare le gare di gigante come serio allenamento in vista delle discese, la disciplina di cui è regina.

Tanto piu' che a Killington la bergamasca ha ottenuto un buon nono posto che l'ha ancor più' motivata.

"Abbiamo fatto allenamento sulla pista di riscaldamento, che purtroppo non è molto pendente, ma almeno siamo riuscite a far girare un po' gli sci. Mont Tremblant è molto carina, non siamo mai state da queste parti. Fisicamente mi sento abbastanza bene - ha detto Brignone alla vigilia - e gli organizzatori si aspettano una bella presenza di pubblico. Da parte mia c'è voglia di rivincita dopo la gara di settimana scorsa a Killington". 

Fiduciosa è cosi pure Goggia: "Siamo su una pista nuova per tutte, il pendio sembra abbastanza facile e non sappiamo quale sia il tipo di neve perchè non c'è stato modo di fare la sciata in pista. Con le compagne siamo rimaste un paio di giorni a Killington ad allenarci dopo la gara della settimana scorsa e abbiamo voglia di riscatto, perchè non ci sono stati ancora risultati eclatanti a livello di squadra. Qui però dovremo stringere i denti perchè le manche sembrano abbastanza lunghe", ha sottolineato infine l'olimpionica.