Indian Wells, Alcaraz batte Sinner e raggiunge in finale Medvedev

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Indian Wells, Alcaraz batte Sinner e raggiunge in finale Medvedev

Carlos Alcaraz
Carlos AlcarazAFP
Lo spagnolo vince 7-6 6-3 battendo un ottimo Jannik che nel primo set recupera un break e ha anche un set point per chiuderlo. Più facile il secondo per Alcaraz che strappa subito il break e prende il largo.

Non è stata una partita pirotecnica come i due ci hanno abituato, come agli US Open ad esempio, ma il risultato finale è stato lo stesso. Un ottimo Sinner nel primo set costringe il n.2 del ranking e n.1 del seeding californiano al tie-break nel primo set, ma l’italiano regala subito un break nel secondo e Alcaraz può chiudere 6-3. Decisivi i vincenti, 28 a 15 per lo spagnolo, e le prime, 72% contro uno scarso 50% di Jannik.

Inizia bene Sinner rispondendo colpo su colpo ad Alcaraz, ma nel quinto gioco è costretto a cedere il servizio dopo la seconda palla break dello spagnolo. Con orgoglio resta in partita e all’ottavo gioco approfitta di alcuni giri a vuoto dell’avversario per piazzare il break a zero. All’undicesimo gioco ha anche una palla break per chiudere il set ma lo spagnolo è bravo a salvarla. Si va così al tie-break dove il 19enne di El Palmar ha la meglio nella girandola dei mini-break e se lo aggiudica 7-4

Nel secondo set Alcaraz parte forte e strappa il break già al secondo gioco con un lob magistrale dopo un bellissimo scambio tra i due. Al sesto Sinner deve salvare tre palle break per non portare lo spagnolo a servire per il set ,e al  gioco successivo va 0-30 sul servizio dell’avversario ma Alcaraz piazza  quattro punti di fila e si porta 5-2. Sinner risponde con altri  quattro punti di fila sul suo servizio conclusi da un potente dritto all’angolo. Nel gioco finale Alcaraz piazza prima un ace poi inchioda Sinner a rete, l’altoatesino trova un bel 15 ancora di dritto ma lo spagnolo con un altro dritto violento conquista due match point. Sinner annulla il primo ma non il secondo. Alcaraz chiude così 7-6 6-3 e domani giocherà la sua terza finale 1000 e l’undicesima della carriera. Ad attenderlo ci sarà Daniil Medvedev.

A fine partita Alcaraz fa i complimenti a Sinner: "Avremo una grande rivalità nei prossimi anni e ci aspettano tante altre grandi partite”. “Non è facile affrontare Jannik - continua Alcaraz - ero sotto set point, sapevo di dover alzare il mio livello, ma sono riuscito a controllare i nervi e giocare in maniera molto più rilassata, quella è stata la chiave vincente. Sul prossimo avversario Medvedev: “Io voglio affrontare e battere i migliori, Daniil in questo momento è il migliore.”