A Milano c'è stata una marcia contro i Giochi invernali di Milano-Cortina 2026

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
A Milano c'è stata una marcia contro i Giochi invernali di Milano-Cortina 2026
Manifestazione degli oppositori alle Olimpiadi invernali del 2026
Manifestazione degli oppositori alle Olimpiadi invernali del 2026
Profimedia
Diverse centinaia di persone hanno partecipato sabato a una marcia per le strade di Milano per protestare contro le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina, come ha riferito un giornalista dell'AFP.

I manifestanti, circondati da un ampio cordone di polizia, si sono radunati nei pressi del futuro villaggio olimpico e hanno marciato per le strade del capoluogo lombardo sotto la pioggia per denunciare l'impatto dei Giochi Olimpici sui prezzi degli immobili e sull'ambiente.

Questo atto di protesta è stato organizzato due anni prima delle due settimane olimpiche dal C.I.O. (Comitato Insostenibili Olimpiadi, acronimo che allude a quello del CIO), un collettivo di associazioni che ha come obiettivo "la difesa dei territori dallo scempio che i Giochi Olimpici del 2026 porteranno".

I prossimi Giochi invernali si svolgeranno dal 6 al 22 febbraio 2026 a Milano e Cortina.

Il governo italiano ha recentemente approvato la costruzione di una pista di bob e slittino a Cortina d'Ampezzo per un costo di 82 milioni di euro, mentre il CIO si è espresso a favore del trasferimento di questi sport su una pista già esistente all'estero.