Coppa del Mondo: l'Italia scopre Alliod, secondo nella prove libere a Zermatt-Cervinia

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Coppa del Mondo: l'Italia scopre Alliod, secondo nella prove libere a Zermatt-Cervinia
Striedinger davanti a tutti a Zermatt-Cervinia
Striedinger davanti a tutti a Zermatt-Cervinia
AFP
Il giovane azzurro, classe 2000, ha fatto segnare il secondo miglior tempo alle spalle dell'austriaco Striedinger. I grandi favori hanno sondato la pista, scendendo senza forzare

È andata in porto - dopo le cancellazioni dello scorso anno per mancanza di neve - la prima prova della nuovissima discesa internazionale elvetico-italiana di Coppa del mondo tra Zermatt e Cervinia, sopra i 3 mila metri di quota ai piedi del Cervino.

Sulla pista Gran Becca il più veloce è stato, in 2.05.93, l'austriaco Otmar Striedinger seguito a sorpresa in 2.06.25 dall'azzurro Benjamin Jacques Alliod con il pettorale 68. Terzo l'elvetico Niels Hintermann in 2.06.30.

I favoriti si studiano

Poi, con un buon quarto tempo in 2.06.78, l'altro azzurro Florian Schieder. E anche Mattia Casse ha realizzato un buon tempo, il nono in 2.07.13, mentre hanno soprattutto sondato il nuovo tracciato, con partenza leggermente abbassata, i due grandi favoriti, il norvegese Aleksander Kilde (2.08.10) e lo svizzero Marco Odermatt (2.07.54).

Stesso discorso anche per il campione azzurro Dominik Paris sceso in 2.07.78 e il veterano Christof Innerhofer in 2.10.13 su un fondo che si è poi velocizzato per gli atleti partiti con pettorali alti come nel caso del giovane esordiente valdostano Alliod, classe 2000.

In calendario - in vista delle due discese di cdm di sabato e domenica e con la consueta incognita meteo vista l'altitudine - ci sono altre due prove domani e dopodomani.