Bagnaia-Martin, duello all'ultima curva: il mondiale si decide tra Losail e Valencia

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Bagnaia-Martin, duello all'ultima curva: il mondiale si decide tra Losail e Valencia
I duellanti
I duellanti
AFP
Pecco è sempre stato davanti a Martin e, in questo momento, ha 14 punti in più in classifica. Lo spagnolo ha guidato la classifica piloti per una sola notte, in Indonesia, quella trascorsa tra la Sprint Race quando si portò +7, per poi cadere mentre era in testa alla gara della domenica.

Due gare e ancora 74 punti in palio per laurearsi campione del mondo della MotoGp: Francesco Bagnaia, forte dei 14 di vantaggio che ha su Jorge Martin, vede più vicino il traguardo del secondo titolo mondiale che potrebbe, teoricamente, già arrivare questo weekend in Qatar.

Il madrileno, invece, a Losail dovrà mettere pressione al torinese per giocarsi il tutto per tutto sulla pista di casa a Valencia il 26 novembre. L'italiano, apparso in difficoltà nelle scorse settimane, sembra aver ritrovato lo smalto di inizio stagione riuscendo a mettersi Martinator alle spalle domenica a Sepang e rientrando così dalla Malesia un punto in più di vantaggio ed una gara in meno da disputare

Prova di carattere e tenuta mentale che potrebbe regalargli la corona mondiale. Lo spagnolo, invece, che finora non aveva nulla da perdere, dovrà dimostrare di reggere psicologicamente l'obbligo di fare meglio dell'avversario se vuole sperare ancora nel titolo.

Sempre davanti

Pecco è sempre stato davanti a Martin. Che ha guidato la classifica piloti per una sola notte, in Indonesia, quella trascorsa tra la Sprint Race quando si portò +7, per poi cadere mentre era in testa alla gara della domenica. Da un punto di vista teorico, a Bagnaia basterebbe fare 24 punti in più per portarsi a casa matematicamente la stagione.

Ma l'impresa appare difficile. I precedenti dei due piloti sul circuito di Losail sono simili con una vittoria a testa nel 2018: in Moto2 per Pecco ed in Moto3 per Martin. In MotoGp Bagnaia vanta un terzo posto nel 2021, mentre nel 2022 è uscito centrando proprio la moto dello spagnolo con un tentativo di sorpasso fuori misura.

Gli outsider

Un ruolo potrebbe giocarlo anche Enea Bastianini che, galvanizzato dalla vittoria a Sepang, vuole confermarsi ad alti livelli. Un suo inserimento tra i due potrebbe avere ripercussioni in classifica. In pista c'è poi da fare i conti anche con Marco Bezzecchi: autore di un inizio di stagione imponente e anche di alcuni fuori pista sfortunati (e non sempre per causa sua), dopo la Malesia è ormai escluso dai giochi per il titolo di campione del mondo, ma non intende fare favori a nessuno.

Intanto, i due campioni si sfidano scherzosamente anche sui social. Oggi Bagnaia ha rilanciato sui propri profili un video di Gianmarco Tamberi. Il campione iridato e olimpico di salto in alto lancia "un'operazione di sostegno" alla sua vittoria nel motomondiale: "Ciao, sono Gianmarco Tamberi. Se mi chiedete per chi faccio il tifo tra il Team Pecco ed il Team Martin non ho dubbi: l'Italia è orgogliosa di Pecco Bagnaia. Andiamo ragazzo. Andiamo!!!", dice l'atleta marchigiano nel video girato in una palestra in Italia.