F1, giorno di presentazioni: ecco l'ultima Mercedes di Hamilton e la nuova McLaren MCL38

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
F1, giorno di presentazioni: ecco l'ultima Mercedes di Hamilton e la nuova McLaren MCL38
Aggiornato
Mecedes W15
Mecedes W15
AFP
Tornano le 'frecce d'argento'. Per Toto Wolff si tratta di una "macchina più prevedibile".

Oggi è toccato alla Mercedes svelare la sua W15, ultima monoposto dell'era Lewis Hamilton prima del suo passaggio in Ferrari, dal 2025.

Il marchio anglo-tedesco vuole riscoprirsi campione in Formula 1 dopo due anni deludenti, con un'unica vittoria, quella di George Russell in Brasile nel 2022.

Per cercare di spezzare il dominio Red Bull serviva una svolta completa. A cominciare dal ritorno al classico colore delle 'frecce argento', recuperato sul muso e sull'abitacolo, che si abbina ad una pennellata di rosso ed al verde acqua dello sponsor Petronas, mentre rimane nero il resto della vettura, per risparmiare peso.

Il direttore tecnico è ancora una volta James Allison, l'ideatore delle vetture di maggior successo dell'era ibrida della F1 e la rivoluzione riguardante le due concept car 'Zero pod', senza pontoni, si vede nelle prime immagini. Torna la linea convenzionale, imposta dalla Red Bull e dal suo dominio con fondo effetto suolo.

"Non c'è solo di un cambiamento aerodinamico, ma anche molti cambiamenti meccanici per rendere la macchina più veloce e più prevedibile per i piloti. Vedremo in Bahrein se ci riusciremo" ha detto il team principal Toto Wolff.

Presenza "surreale"

È un Lewis Hamilton motivato e fiducioso quello che si appresta a vivere la sua ultima stagione con la Mercedes. Parlando alla presentazione della vettura per la prima volta dopo l'ufficializzazione del suo trasferimento alla Ferrari dal 2025, il sette volte campione del mondo ha detto: "Le ultime settimane sono state ovviamente emozionanti ed è molto surreale essere qui. L'obiettivo di tutto l'allenamento invernale è quello di riportare la squadra al punto di partenza".

"Gli insegnamenti degli ultimi due anni ci hanno aiutato a trovare la nostra direzione - ha commentato il britannico - ci hanno permesso di trovare la nostra stella polare. Ci sarà ancora da lavorare, ma affronteremo qualsiasi sfida ci si presenti a testa alta, con la mente aperta, e lavoreremo con impegno".

Il team principal della Mercedes Toto Wolff, presente al fianco di Hamilton alla presentazione, ha aggiunto: "È stato un inverno molto impegnativo. Sarà la nostra ultima stagione con Lewis, quindi vogliamo portare una macchina veloce".

Hamilton ha risposto solo a tre domande del moderatore della Mercedes durante i brevi nove minuti dell'evento. "Sono arrivato qui nel 2013, e ora sto iniziando il mio 12esimo anno qui - le parole del britannico - È un privilegio lavorare con un gruppo di persone che vedono il lavoro che fanno durante l'inverno e che vedono una macchina che viene messa insieme all'inizio dell'anno, ed è la parte più emozionante della stagione".

Hamilton, senza vittorie da due anni, e il suo compagno di squadra George Russell, proveranno per la prima volta la vettura Mercedes di questa stagione durante un test di prova a Silverstone, oggi.

"Dobbiamo essere diligenti, massimizzare le prove e anche un solo giro che io e George potremmo fare oggi sotto la pioggia ci darà un'idea di quello che ci aspetta", ha concluso.

C'è anche la McLaren

Un mese dopo aver presentato la livrea della sua monoposto 2024, la MCL38, la scuderia britannica di Formula 1 McLaren ha svelato oggi la vettura che inizierà la stagione la prossima settimana.

"La squadra ha svolto un ottimo lavoro durante l'inverno e siamo fiduciosi di poter essere competitivi, anche se abbiamo ancora alcuni compiti importanti da portare a termine prima dell'inizio della stagione", ha spiegato il team principal della McLaren Andrea Stella.

"Ci sono diverse innovazioni sulla vettura, ma non tutte le aree che volevamo migliorare sono ancora state realizzate per la nostra vettura di lancio. Ora ci stiamo concentrando su queste aree per includerle negli sviluppi che arriveranno durante la stagione e sui quali stiamo già lavorando", ha aggiunto.

L'italiano sembra più fiducioso rispetto a un anno fa, quando era appena arrivato alla scuderia britannica e presentava una vettura che lasciava presagire un inizio di stagione difficile. La McLaren ha avuto un primo mese molto duro, ottenendo solo 17 punti nei primi otto Gran Premi. Ma le modifiche apportate a partire dal GP d'Austria all'inizio di luglio, e poi a Singapore in settembre, hanno permesso alla squadra di compiere una rimonta e di concludere al quarto posto nella classifica costruttori con 302 punti.

Norris e Piastri carichi

Il pilota britannico Lando Norris ha conquistato sei secondi posti e un terzo posto, mentre il debuttante australiano Oscar Piastri ha aggiunto due podi e una vittoria nella gara sprint in Qatar. "Sono entusiasta di potermi mettere già al volante della MCL38 e vedere come funziona - le parole di Norris - Non vedo l'ora poi di provare la macchina in Bahrain. Ho piena fiducia nella squadra, che continuerà a fare progressi dopo la svolta della scorsa stagione. Il vero banco di prova dei nostri progressi arriverà quando metteremo alla prova la vettura nei test".

Entusiasta anche Oscar Piastri: "È fantastico poter guidare la MCL38 in pista per la prima volta oggi. Non vedo l'ora che arrivino le prossime settimane per affrontare un anno pieno di impegni. Ringrazio di cuore il team per tutto quello che ha fatto finora per prepararci al 2024".