Leclerc: "Sapevo di Hamilton ma non ne parlo per rispetto di Sainz", lo spagnolo: "Ho avuto tempo per riflettere"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Leclerc: "Sapevo di Hamilton ma non ne parlo per rispetto di Sainz", lo spagnolo: "Ho avuto tempo per riflettere"
Aggiornato
Charles Leclerc
Charles Leclerc
Profimedia
Il monegasco a Sky taglia corto: "Ora concentriamoci sul presente".

"Abbiamo fatto un solo giro ed è difficile andare nel dettaglio, ma tutto è andato come ci aspettavamo, ed è un buon segno". A dirlo è Charles Leclerc, che commenta così a Sky la nuova Ferrari SF-24 svelata oggi.

Il numero 16 della Ferrari ha parlato anche dell'arrivo di Lewis Hamilton a partire dal 2025: "Ora è importante concertarsi sul 2024 - ha detto Leclerc -. le discussioni di contratto non si fanno in una sera ed ero consapevole della possibilità dell'arrivo di Lewis. Innazitutto sono molto contento di aver rinnovato qui per tanti anni, la Ferrari è il team del mio cuore, hanno sempre creduto in me. È speciale. Per me continuare qui vuol dire tanto e spero di arrivare al mio primo titolo mondiale. Per rispetto di Sainz non vorrei commentare troppo la firma di Hamilton - ha aggiunto - Abbiamo vissuto tanti anni belli insieme, è stato ed è un grande compagno di squadra. Lewis è un campione, ma per ora sono compagno di Carlos".

"Due o tre vittorie non è il mio obiettivo, voglio vincere quante più gare possibili"

Il monegasco parla poi della nuova monoposto: "Abbiamo fatto tanto lavoro sulla guidabilità, che lo scorso anno era stato un punto debole - Lo avevamo visto fin dal Bahrein che c'era qualcosa che non andava e, per questo progetto SF-24, ci siamo concentrati per migliorare questa caratteristica. I risultati sul simulatore sono stati ottimi, ora c'è da confermare i dati virtuali con quelli reali, così come c'è da confermare il feeling del simulatore in pista in Bahrein".

"Due o tre vittorie non è il mio obiettivo, voglio vincere quante più gare possibili, - continua il pilota monegasco - faremo il conto alla fine dell'anno e capiremo dove siamo dopo la prima corsa, quanto siamo competitivi. È molto difficile per ora fare un quadro di dove saremo dopo la prima gara". Per quanto riguarda le sensazioni provate nei primi giri sulla vettura a Fiorano, rispetto a quelle provate l'anno scorso, "ricordo che dopo i primi 3-4 giri l'anno scorso non ero molto felice con il comportamento della macchina. L'auto era molto, molto difficile da guidare". Quest'anno la macchina va meglio, "ma questo non significa niente sulla competitività dell'auto". Insomma, "in termini di competitività è molto difficile, in termini di sensazioni nei primissimi giri direi che ho avutodelle sensazioni migliori dell'anno scorso".

Sainz: "Sorpreso per Hamilton, ma ho avuto modo di riflettere"

"Ovviamente c'è stata un po' di sorpresa, come per tutti nel mondo della Formula 1". Così Carlos Sainz ha commentato la sua reazione alla notizia che Lewis Hamilton prenderà il suo posto nel 2025. "Da parte mia, potete ovviamente capire che ho ricevuto tutte le notizie un po' prima di tutti gli altri. Ma è vero che poi ho avuto alcune settimane per riflettere, per prepararmi e per prepararmi al lancio della macchina per la prima gara della stagione, quindi c'è un po' di tempo per digerire, per trarre le conclusioni su come concentrarsi sulla stagione 2024", il comento del pilota spagnolo nel corso della conferenza stampa di presentazione della SF-24. "Mi sento molto privilegiato a essere parte della Ferrari e ad avere ancora un anno davanti. Saranno in tutto 5 anni nella scuderia Ferrari come pilota", sottolinea Sainz, ricordando le vittorie e i podi ottenuti al volante della Rossa. 

Vasseur: "Hamilton è un'enorme opportunità per noi"

"È un'enorme opportunità per il team, sicuramente". Lo ha detto Fred Vasseur, team principal della Scuderia Ferrari, commentando la firma di Lewis Hamilton con la Rossa a partire dal 2025. Tuttavia, aggiunto, "vogliamo stare focalizzati sul 2024. Non vogliamo alcun tipo di distrazione. Per questo abbiamo fatto l'annuncio così presto". 

Per quanto riguarda le motivazioni del pilota spagnolo Carlos Sainz, in scadenza di contratto, Vasseur non ha dubbi: "Sono convinto che Carlos sarà pienamente dedicato e impegnato nella stagione, fino all'ultimo giro e all'ultima curva della stagione e ugualmente certo che tutto il team sarà pienamente motivato e dietro Carlos".