Emblematico sfogo di Conte: "Il patron del Tottenham è qui da 20 anni, cosa hanno vinto?"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Emblematico sfogo di Conte: "Il patron del Tottenham è qui da 20 anni, cosa hanno vinto?"

Antonio Conte
Antonio ConteAFP
L'allenatore leccese, piccato dal pareggio in extremis del Southampton, si lascia andare a una delle sue classiche sfuriate attaccando giocatori e società

"Siamo professionisti, il club ci paga tantissimo, io vengo pagato non per trovare scuse o non mostrare senso di appartenenza o di responsabilità. Eppure queste sono le scuse che noto adesso, e per me è inaccettabile. Vedo calciatori egoisti". Così Antonio Conte dopo che il suo Tottenham è stato raggiunto in extremis dal Southampton, che ha così impedito agli Spurs di trovare una vittoria importantissima in ottica Champions League.

La sfuriata del tecnico leccese, che già in passato è stato protagonista di altri momenti indimenticabili al microfono della sala stampa - conferenza sul 'ristorante da 10 euro' prima di lasciare la Juventus nell'estate del 2014 su tutte - è tornato nuovamente a sfogare la sua rabbia davanti ai media. 

"Rispetto alla stagione scorsa la situazione è peggiorata" ha continuato Conte, che non le ha mandate a dire ai suoi calciatori: "I giocatori qui non vogliono giocare sotto pressione, non ci sono abituati, ma la storia del Tottenham è questa. Sono vent'anni che c'è questo presidente e non hanno mai vinto nulla". Un'accusa non da poco verso l'ambiente, che potrà essere ricordata per molto tempo. Di certo c'è che questa conferenza stampa, vada come vada il finale di stagione. resterà nella storia.