CR7 multato in Arabia Saudita dopo un gesto osceno contro l'Al Shabab

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Cristiano Ronaldo sospeso per una partita dopo il gesto osceno contro l'Al Shabab
Il gesto di Ronaldo sembrava diretto ai tifosi rivali dell'Al Shabab.
Il gesto di Ronaldo sembrava diretto ai tifosi rivali dell'Al Shabab.
Reuters
Cristiano Ronaldo (39) è stato sospeso per una partita dopo aver fatto un gesto osceno in seguito alla vittoria dell'Al Nassr sull'Al Shabab, come ha dichiarato il Comitato disciplinare ed etico della Federazione calcistica saudita (SAFF).

Dopo il fischio finale di domenica, i video sui social media hanno ripreso Ronaldo che si tappa l'orecchio prima di muovere ripetutamente la mano in avanti davanti alla zona pelvica. L'azione sembrava diretta ai tifosi rivali dell'Al Shabab.

In sottofondo si sentivano i cori di "Messi", in riferimento all'eterno rivale argentino di CR7.

La commissione ha dichiarato che la stella portoghese dovrà pagare una multa di 10mila riyal sauditi (2.666 dollari) alla Federcalcio saudita e 20mila riyal a l'Al-Shabab per coprire i costi della denuncia.

La SAFF (Comitato disciplinare ed etico della Federazione calcistica saudita) ha anche specificato che la decisione non è soggetta ad appello.

Nell'aprile dello scorso anno, Ronaldo era già stato protagonista di un episodio simile, quando si era afferrato i genitali mentre si dirigeva verso la panchina al termine di una partita di campionato contro l'Al Hilal, che l'Al Nassr perse per 2-0.