Ligue 1: Lecomte e Samba spiccano su tutti nel pareggio a reti bianche tra Montpellier e Lens

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Ligue 1: Lecomte e Samba spiccano su tutti nel pareggio a reti bianche tra Montpellier e Lens
Mousa Al-Tamari e Salis Abdul Samed passano il turno
Mousa Al-Tamari e Salis Abdul Samed passano il turno
Profimedia
I portieri hanno avuto l'ultima parola allo stade de la Mosson

Il Lens si è recato a Montpellier nella giornata inaugurale della 15a giornata, cercando di ottenere la quarta vittoria consecutiva contro una squadra dell'Hérault che non vince in casa dal 3-0 sul Tolosa del 29 ottobre.

La migliore occasione del primo tempo è però capitata a La Paillade. Joris Chotard si aggrappa al passaggio di David Pereira da Costa dopo un fallo di mano di Brice Samba, raccoglie il pallone e tenta un pallonetto immediato, ma non centra il bersaglio (9°). Le prime fasi della partita sono state dominate dai cartellini gialli, in particolare quello di Kevin Danso su Mousa Al-Tamari, che ha lasciato in sospeso un ricorso al VAR, senza esito (12°). Pochi istanti dopo, è stato Przemyslaw Frankowski ad essere ammonito (15°).

Una mancanza di spontaneità ha impedito che la palla andasse alta. Neil El-Aynaoui, trovato da un passaggio succulento di Facundo Medina, preferisce controllare piuttosto che tirare al volo, anche se si trova a bruciapelo, seppur da un angolo stretto (28°). Dall'altra parte del campo, anche Enzo Tchato ha optato per una soluzione collettiva quando Al-Tamari l'ha messo sulla destra: il suo cross è stato indirizzato, ma Akor Adams è arrivato in area con qualche decimo di ritardo per tagliare dentro (35').

Al ritorno a La Mosson, Elye Wahi ha lottato, ma l'attaccante ha trovato Benjamin Lecomte sulla traiettoria di un potente destro sul palo vicino, oppure ha mancato di precisione sul conseguente corner, quando si è trovato solo sul palo lontano ma sbilanciato sul fondo (37'). In precedenza anche Frankowski, partito da sinistra, aveva preferito controllare piuttosto che colpire il pallone in corsa con l'interno del piede (29').

Wahi e Adams non trovano la chiave di volta

Wahi non è riuscito a tornare in auge davanti ai suoi ex tifosi. Allo scoccare dell'ora di gioco, l'internazionale U-21 si è trovato a tu per tu con Lecomte dopo che El-Aynaoui lo aveva messo in difficoltà. Il portiere dell'MHSC ha reagito prontamente, chiudendo l'angolo e vincendo il duello.

Anche Adams non ha avuto successo. Sfruttando la sua potenza, si lancia dal cerchio centrale prima di tirare, ma Samba, attento, blocca in due tempi (62'). Il portiere dei Les Bleus mette di nuovo in scacco l'attaccante del Montpellier quando, ricevuto un lancio, riesce a controllare, perforare e tirare da 25 metri (69'). Anche Samba ha avuto l'ultima parola quando il nigeriano, trovato da Kelvin Yeboah, si è trovato di fronte a lui. Il suo tiro di sinistro, un po' troppo basso, è rimbalzato sul piede del portiere artesiano (87°).