Il meglio del weekend europeo: attesa per Manchester City-Tottenham e Barça-Atletico

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Il meglio del weekend europeo: attesa per Manchester City-Tottenham e Barça-Atletico
Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti
Profimedia
Nel fine settimana di grande calcio c'è anche il match tra Leverkusen e Dortmund.

Tre big match illuminano il fine settimana europeo: Manchester City-Tottenham, Barcellona-Atletico e Leverkusen-Dortmund avranno un peso nella stagione delle squadre.

Fra le altre gare di spicco, da segnalare Newcastle-Manchester United, Chelsea-Brighton e Feyenoord-Psv

Il weekend in Inghilterra

I pareggi con Chelsea e Liverpool hanno frenato la marcia del Manchester City che rimane la squadra da battere in tutte le competizioni, anche se in Premier è a -1 dall'Arsenal. In Champions solo il Real regge il ritmo di 5 vittorie su 5 mentre Haaland continua a fare il fenomeno (253 gol totali a 23 anni).

Per i campioni continuano i big match: domenica tocca al Tottenham, poi sarà il turno della sorpresa Aston Villa.

Guardiola ha una macchina perfetta che rimedia anche ai momenti grigi (col Lipsia ha rimontano da 0-2 a 3-2).

Più problemi ha il Tottenham di Vicario e Udogie che viene da un tris di ko dopo un inizio promettente, nella prima stagione senza Kane.

Più facile il compito delle altre due big, Arsenal e Liverpool, contro Wolves e Fulham. E anche l'Aston Villa può tenere il ritmo Champions in casa del Bournemouth.

Molto equilibrati invece le altre due sfide di alto livello: il Newcastle può rendere nefasta la stagione del Manchester United, quarto nel suo girone di Champions.

Il Chelsea continua a vivacchiare a centroclassifica e potrebbe segnare il passo col Brughton di De Zerbi.

Sabato 2: 16 Arsenal-Wolves, 21 Newcastle-Man United.

Domenica 3: 15 Bournemouth-Aston Villa, Chelsea-Brighton, Liverpool-Fulham, 17.30 Man City-Tottenham. 

Il weekend in Spagna

Carlo Ancelotti ci sta pensando seriamente, la certezza del Real o l'incognita del Brasile? Per ora la squadra vola sfruttando le magie di Bellingham e il suo impatto devastante in Liga.

Il tecnico usa col contagocce la classe di Modric e Kroos mischiandola col talento e la verve dei piu' giovani, e sopperisce con Joselu all'assenza di Vinicius jr

Facile il compito contro il Granada mentre è da valutare la reazione del Girona, l'altro capolista, dopo la frenata con l'Athletic. Ora i catalani, che continuano ad avere l'attacco piu' prolifico, se la vedranno col Valencia.

Alle spalle delle due battistrada diventa delicato, a -4, il big match tra Barcellona e Atletico, che intanto si sono qualificate agli ottavi di Champions. Xavi ha inserito bene campioni come Lewandowski, Cancelo, Gundogan e Joao Felix mentre Simeone, alla sua 13esima stagione tra i colchoneros, si fida dell'esperienza di Morata e della qualità raffinata di Griezmann.

Malinconica sfida tra due ex grandi, Siviglia e Villarreal, relegate nel basso centroclassifica.

Sabato 2: 14 Girona-Valencia, 16.15 Athletic-Rayo, 18.30 Real-Granada, 21 Osasuna-Real Sociedad. 

Domenica 3: 16.15 Almeria-Betis, 18.30 Siviglia-Villarreal, 21 Barcellona-Atletico. 

Il weekend in Germania 

Sette vittorie con almeno tre gol di scarto sono un convincente biglietto da visita.

Il Leverkusen di Xabi Alonso e Xhaka fa sul serio. I due punti di vantaggio sul Bayern sono pero' un vantaggio labile soprattutto perche' la capolista affronta, nel clou della Bundesliga, il Dortmund che è un po' alterno (una vittoria in quattro gare) ma che in Champions ha dominato il girone strapazzando il Milan.

Il Bayern dovrebbe disporre agevolmente del deludente Union Berlino che ha fatto una serie di figuracce in Champions ed è malinconicamente ultimo.

Facile il compito casalingo delle altre due pretendenti alla Champions, Stoccarda e Lipsia, opposta a Brema e a Heidenheim

Sabato 2: 15.30 Bayern-Union Berlino, Lipsia-Heidenheim, Moenchengladbach-Hoffenheim, 18.30 Stoccarda-Brema.

Domenica 3: 17.30 Leverkusen-Dortmund. 

Il weekend in Francia

È finita dopo cinque giornate, e una ferita per l'aggressione dei tifosi avversari, l'avventura di Fabio Grosso, licenziato dal Lione desolatamente ultimo.

La squadra ora sarà impegnata in casa del Lens, travolto dall'Arsenal. Il Psg è primo ma Luis Enrique è messo in discussione per il modesto andamento nella Champions in cui dovrà cercare di conquistare la qualificazione all'ultimo turno.

La lotta al vertice sembra riservata ai parigini e al Nizza di Farioli, che avranno compito facile con Le Havre (specializzata in pareggi) e Nantes. È una giornata interlocutoria, visto che anche le altre due big che seguono a distanza, Monaco e Lilla, che hanno impegni non complicati con Montpellier e Metz

Se la passa male anche l'altro tecnico italiano chiamato in Ligue1, Rino Gattuso, che non riesce a far decollare il Marsiglia, 12esimo, dopo l'addio di Marcelino per le minacce degli ultras.

A Ringhio, che comunque si è tolta la soddisfazione di battere 4-3 l'Ajax, servirebbe una vittoria nel posticipo col Rennes prima del recupero della gara col Lione sospesa per incidenti.

Sabato 2: 17 Lens-Lione, 21 Nantes-Nizza. Domenica 3: 13 Le Havre-Psg, 15 Monaco-Montpellier, 17.05 Lilla-Metz, 20.45 Marsiglia-Rennes. 

Il resto d'Europa

Negli altri campionati europei, in Olanda big match col capolista Psv, alla ricerca della 14esima vittoria di fila, in casa del Feyenoord secondo a -7 domenica alle 12.15.

In Portogallo il Benfica, dopo il desolante cammino in Champions, cerca di mantenere la testa del campionato domenica alle 19 in casa del Moreirense.

In Turchia continua il testa a testa Galatasaray-Fenerbahce: la squadra di Icardi gioca in casa del Pendikspor domani alle 19, quella di Dzeko riceve il Sivasspor lunedì alle 18.