Lukaku si impantana: dal doppio gioco con Inter e Juve all'opzione saudita

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Lukaku si impantana: dal doppio gioco con Inter e Juve all'opzione saudita
Lukaku si impantana, dal doppio gioco con Inter e Juve alle mancate offerte
Lukaku si impantana, dal doppio gioco con Inter e Juve alle mancate offerte
AFP
La volatilità del centravanti belga rischia di costargli caro. Perché se da un lato il Chelsea non lo vuole più e l'Inter si sente tradita, la Juve deve prima vendere Vlahovic per ingaggiarlo

È stato un dominatore assoluto della Milano nerazzurra trascinandola - letteralmente - alla conquista del 19esimo Scudetto. È voluto tornare con tutte le sue forze dopo un esilio dorato ma tristissimo al Chelsea. Adesso, invece, Romelu Lukaku si ritrova in una palude d'incertezza assoluta.

La colpa? Probabilmente sua, visto che ha flirtato troppo con una Juventus con la quale aveva detto di non avere intenzione di accasarsi mai e poi mai. Ma le vie del mercato e del denaro sono infinite, e quindi nel momento in cui l'offerta della Vecchia Signora di 37,5 milioni per il suo cartellino è stata presa in considerazione dal Chelsea, anche lui avrebbe accettato pur di lasciare Cobham.

Juve no?

Tuttavia, il possibile tradimento non si consumerebbe così facilmente. E non perché i tifosi della squadra bianconera hanno già espresso il loro malcontento riguardo un suo possibile ingaggio, come del resto accaduto all'inverso con Juan Cuadrado. La questione è un'altra, ed è legata a Dusan Vlahovic, che vuole lasciare le briglie nelle mani di Massimiliano Allegri ma che non è certo della partenza.

Senza la vendita del serbo, infatti, la casella da centravanti in casa Juve non si libererà. Ma non è solo un problema di slot vuoti quanto di possibilità economiche. Cristiano Giuntoli, infatti, conta sui proventi della cessione del balcanico per poter sferrare l'attacco a Lukaku. L'obiettivo è di racimolare dai 60 ai 70 milioni per poi usare la metà di questa cifra e ottenere il cartellino del belga.

Lukaku vs Cuadrado
AFP

Arabia sì?

A questo punto, dopo aver provocato l'ira funesta degli interisti (che si sono sentiti traditi) e degli juventini (che non vogliono in squadra uno che li ha pubblicamente stuzzicati) Lukaku rischia di rimanere con un cerino in mano e di essere così costretto addirittura a dire di sì a un'offerta che avrebbe escluso con ogni probabilità per una questione di prestito.

L'Al-Hilal, infatti, è pronto a dare al Chelsea ben 50 milioni di euro, una cifra che né Inter né Juventus sono mai state disposte a proporre e alla quale la società inglese non potrebbe dire di no. Insomma, alla fine della fiera, tra una bizza e l'altra, complici le scarsità economiche dell'Inter, Big Rom potrebbe davvero andare a svernare in Arabia, facendo una scelta ancora meno sapiente di quella di due anni fa, quando abbandonò il suo regno all'Inter per una prigione dorata al Chelsea.

Adesso, invece, potrebbe passare dalla palude dell'incertezza al deserto dell'Arabia. Un deserto ricchissimo di dollari, ma non di passione e competitività.