Pazzesco al Via del Mare: Falcone si procura un rigore al 96' e Piccoli fa 1-1 al Bologna

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Pazzesco al Via del Mare: Falcone si procura un rigore al 96' e Piccoli fa 1-1 al Bologna
L'assalto di Falcone nell'area avversaria si è rivelato decisivo per il pareggio
L'assalto di Falcone nell'area avversaria si è rivelato decisivo per il pareggio
Profimedia
Tante emozioni a Lecce, dove il Bologna ha visto sfumare i tre punti negli istanti finali, quando un fallo di Calafiori sul portiere avversario è valso il calcio di rigore dell'1-1, finalizzato da Piccoli al 99'.

Al Via del Mare il Bologna si fa beffare a pochi istanti dal finale di gara, fermandosi sul pareggio per 1-1 contro il Lecce.

La squadra di Thiago Motta, quindi, ha mancato l'aggancio al Napoli al quarto posto, dopo aver accarezzato la vittoria per mezz'ora.

Già dai primi minuti di gara, è stata chiara l'intenzione dei padroni di casa di centrare la prima vittoria da settembre di fronte al proprio pubblico. 

Le statistiche del match
StatsPerform

Nonostante il Bologna sia riuscito a fare la sua gara, sono stati decisamente gli uomini di D'Aversa ad avere le opportunità più grandi della prima frazione, prendendo d'assalto la metà campo avversaria. 

I giallorossi hanno chiuso i primi 45' con otto tiri all'attivo, la percentuale migliore dopo la sfida contro il Verona

I numerosi tentativi, però, non sono bastati a sbloccare il risultato, con i tiri di Krstovic, Dorku ma in particolare Gonzalez che non sono stati sufficienti per l'1-0. 

Tra gli ospiti, invece, è stato Ndoye a cercare con più frequenza la conclusione. La sua chance più importante è arrivata al 40', dominando sulla sua fascia ma incontrando sempre la risposta pronta di Falcone

Nel secondo tempo, è stato evidente già dall'inizio il cambio di ritmo del Bologna. 

La squadra di Thiago Motta, affidandosi in particolare a una difesa pronta e capace di rispondere con fermezza a ogni tentativo dei padroni di casa, ha alzato il pressing, provando a rendersi pericolosa negli ultimi 20 metri. 

È bisognato attendere il 68' per il gol che ha deciso il match. Lykogiannis, subentrato appena dieci minuti prima al posto di Saelemaekers, ha messo a segno la rete dell'1-0 con un grande tiro di mancino che si è stampato sotto la traversa.

Il gol degli avversari ha mandato in confusione gli uomini di D'Aversa, che hanno iniziato a concedere più spazi e commettere diverse disattenzioni difensive. 

Il Bologna, però, ha faticato a trovare il raddoppio, nonostante le diverse chance, incontrando sia i guantoni di Falcone sia qualche errore di troppo nell'ultimo passaggio. 

A vuoto il tentativo di raddoppio di Lykogiannis, così come le conclusioni di Feguson e Urbanski. Errori che i rossoblu hanno pagato caro.

La sfida, infatti, ha subito improvvisa svolta al 99', quando, sull'ultima azione, Calafiori ha atterrato il portiere Falcone, che era corso in area per il calcio d'angolo che avrebbe chiuso la partita.

Dopo aver consultato il Var, Doveri ha assegnato il calcio di rigore, che è stato prontamente trasformato da Piccoli dagli 11 metri. Il Lecce ha così clamorosamente conquistato un punto, firmando il pareggio a pochi istanti dal triplice fischio.