Dionisi replica a Mourinho: "Io sono abituato al fair play e all'educazione"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Dionisi replica a Mourinho: "Io sono abituato al fair play e all'educazione"
Dionisi
Dionisi
Profimedia
Il tecnico del Sassuolo ha commentato l'episodio che l'ha visto protagonista con Mourinho: "Io mi permetto solo di parlare dei miei giocatori e della mia squadra. Per questo dico che nessuno dovrebbe permettersi di parlare dei giocatori altrui".

"La partita è cambiata quando siamo rimasti in 10, in 11 non avremmo mai perso. E poi anche il rigore era molto discutibile. Sugli episodi non siamo stati fortunati".

Il tecnico del Sassuolo, Alessio Dionisi, intervistato da DAZN al termine della partita con la Roma, ha l'amaro in bocca. La sconfitta con i giallorossi brucia, soprattutto dopo le frecciatine al veleno di Jose Mourinho alla vigilia dell'incontro. Il tecnico giallorosso aveva attaccato l'arbitro della partita e il giocatore neroverde Berardi.

Dopo la gara altre polemiche, scauturite anche da un battibecco tra i due tecnici. Ma cosa ha detto Mourinho a Dionisi quando ha abbandonato l'area tecnica?

"Io sono abituato al fair play e all'educazione, che fortunatamente ho - la risposta del tecnico degli emiliani - Io mi permetto solo di parlare dei miei giocatori e della mia squadra. Per questo dico che nessuno dovrebbe permettersi di parlare dei giocatori altrui".

"Se c'è una squadra che ha fair play questa è il Sassuolo, a differenza della Roma" ha detto ancora Dionisi, critico anche per un pallone non restituito dopo che la palla era stata buttata fuori campo da Consigli per permettere i soccorsi ad un compagno.

La Roma, ha aggiunto l'allenatore, "è una delle squadre più fallose del campionato. Quelle di Mourinho sono parole sbagliate. Se al fair play si risponde in modo diverso allora non c'è neanche bisogno di discutere. Parliamo della partita..."

Le parole di Mourinho

Il tecnico della Roma ha continuato ad essere polemico e lo ha fatto in un modo originale, parlando nella sua lingua madre: "Parlo portoghese perché il mio italiano non è sufficientemente forbito e forte per esprimere certi concetti" ha detto riferendosi alle parole di sabato.