Cioffi avvisa l'Udinese: "Col'n Inter serve dare il 200% per fare punti"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Cioffi avvisa l'Udinese: "Con l'Inter serve dare il 200% per fare punti"

Cioffi
CioffiAFP
Emergenza in attacco, avanza ipotesi Thauvin-Pereyra.

"Mi aspetto una squadra al 200% perché è l'unico modo per uscire dal campo con i punti che ci servono per staccare la parte bassa della classifica".

Lo ha detto Gabriele Cioffi, in conferenza stampa, presentando il monday night con l'Inter. Giornata, quella del lunedì, particolarmente favorevole all'Udinese, avendo ottenuto, a casa di Juventus e Lazio, due delle quattro vittorie in campionato.

Quanto alla formazione, in attacco c'è emergenza a causa della squalifica di Lucca.

Le statistiche della gara d'andata
Le statistiche della gara d'andataStatsPerform

"Success ha avuto una settimana di allenamento discreta - ha ricordato l'allenatore -, mentre Brenner tornerà solo domani dal Brasile, dopo aver avuto dei problemi familiari. Davis, invece, si è allenicchiato ma non è pronto per essere portato nemmeno in panchina. Poi è anche possibile schierare davanti Thauvin e Pereyra, con una squadra che dovrà essere comunque cortissima".

Un passaggio obbligato su Samardzic che in estate stava per vestire di nerazzurro: "Bisogna vedere il suo percorso di crescita: quando è arrivato a Udine si puntava il dito perché non lavorava in fase difensiva; nella prima avventura mia giocava poco per quello. Ora vedo un giocatore molto attento in fase difensiva, che vuole stupire ma stando attento: sono convinto che si ritaglierà presto lo spazio che merita".

Cioffi crede nella vittoria

Nei giorni scorsi il mister ha auspicato di fare un punto con l'Inter, parole che sono state interpretate come timorose. "Se sono un giocatore dell'Udinese e sento il mio tecnico dire andiamo a vincere contro l'Inter lo so che è poco credibile: la vittoria contro l'Inter può nascere solo nel momento in cui si parte con l'atteggiamento di una squadra che lotta per salvarsi e che poi stupisce".

Quanto agli avversari, Cioffi ha spiegato che "alla luce del distacco con la seconda, penso che la Champions fosse un po' il sogno della squadra, quindi ci sta un contraccolpo, però già con l'Empoli ho visto una squadra con l'atteggiamento giusto e che vuole vincere lo scudetto nella partita con il Milan".

Chiusura ricordando il successo dei friulani nella sfida dello scorso anno finita 3-1: "Le prestazioni le costruisci e poi nascono da sole, non si può chiedere di ripetere qualcosa fatto in passato: è tutto diverso: noi, gli interpreti e anche l'Inter. Guardiamo solo avanti".