Champions League: Inter a Lisbona senza Çalha e Srkiniar, enigma centravanti per Spalletti

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Champions League: Inter a Lisbona senza Çalha e Srkiniar, enigma centravanti per Spalletti
Victor Osimhen
Victor Osimhen
AFP
Per quanto riguarda, invece, il Milan, Pioli recupera Kalulu ma dovrebbe affidarsi allo stesso undici che ha rifilato un poker alla capolista in campionato

L'Inter è partita per Lisbona senza Hakan Çalhanoglu e Milan Skriniar che non saranno a disposizione di Simone Inzaghi in vista dell'incontro di domani sea a Lisbona contro il Benfica.

Fatta eccezione per Handanovic e Cordaz, che sono rimasti in palestra (niente di preoccupante per loro), il tecnico emiliano potrà contare su tutto il resto della propria rosa per la prima delle due finali contro i lusitani dalle quali dipenderà non solo il futuro dell'Inter in Champions League, ma anche il suo sulla panchina nerazzurra.

Per quanto riguarda, invece, il primo atto del derby italiano tra il Milan e il Napoli, vigilia decisamente più tranquilla a Milanello dov'è stata sospesa la tradizionale grigliata di Pasquetta sostitutita, considerata la vicinanza della sfida contro gli azzurri, da una dieta più salutare.

Stefano Pioli, che si affiderà allo stesso undici che ha rifilato un poker alla capolista in campionato, ha incassato il rientro in gruppo di Pierre Kalulu, infortunatosi al polpaccio con la Francia under 21. L'ex difensore del Lione ha svolta una parte dell'allenamento assieme ai propri compagni e potrebbe finire nella lista dei convocati, sebbene sia più probabile che il suo ritorno in campo avvenga in campionato il prossimo fine settimana. Sessione individuale, invece, per Zlatan Ibrahimovic.

Luciano Spalletti, dalla sua, ha serissimi problemi al centro dell'attacco. L'unico sicuro di esserci è Giacomo Raspadori che, però, è di ritorno da un lungo infortunio e per questa ragione non può essere al 100%. Sotto questo aspetto, l'ora di gioco disputata a Lecce è servita da rodaggio, ma ce ne vorranno delle altre prima di rivederlo al top. Quasi sicuramente, però, sarà lui il centravanti titolare a San Siro.

E già, perché il problema per la capolista è che, mentre lo staff medico sta cercando di capire se Victor Osimhen potrà essere dell'incontro, si è fatto male anche Gio Simeone, costretto alla sostituzione durante l'incontro di Via del Mare per un fastidio al flessore della coscia destra. E la verità è che è molto difficile che il Cholito riesca a essere della partita ed è per questa ragione che Spalletti potrebbe, quantomeno, portarsi Osi in panchina.