Champions League, Guardiola non si nasconde: "Per me con il Real è sempre speciale"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Champions League, Guardiola non si nasconde: "Per me con il Real è sempre speciale"

Pep Guardiola
Pep GuardiolaOLI SCARFF / AFP
Alla vigilia della sfida contro la squadra di Carlo Ancelotti, il tecnico del Manchester City ha assocurato che "non temiamo la pressione, ne abbiamo bisogno".

Pep Guardiola non nasconde che per lui, catalano, affrontare il Real Madrid ha sempre un significato speciale. "È sempre stato così e sempre lo sarà" ha detto l'allenatore del Manchester City nella conferenza stampa che precede il ritorno dei quarti di Champions League, dopo che a Madrid il primo atto è terminato 3-3.

"È il Real Madrid e in questa competizione è sempre una partita importante. È speciale per me. Certo che lo è. Però no, non li temo. Ma li rispetto molto".

Il match del City of Manchester
Il match del City of ManchesterFlashscore

E si detto certo che la sua squadra non subirà la pressione: "Anzi, ne abbiamo bisogno. Abbiamo bisogno di quella fame". E poi "c'è la rivalità. Vuoi batterli e fare bene, a volte vinci e altre volte perdi".

Hey Jude

Guardiola inoltre conta molto sull'apporto dei tifosi di casa: "Penso che la gente di casa nostra ci aiuterà. Abbiamo bisogno di tanto rumore, della loro presenza, soprattutto nei momenti brutti perché sono 90 minuti e ci sono momenti in cui soffriremo".

Pep su Jude
Pep su JudeFlashscore - StatsPerform

L'arrivo di Jude Bellingham ha avuto un notevole impatto sul gioco d'attacco del Real Madrid, ha riconosciuto: "Non è sempre facile ambientarsi in fretta, ma fin dall'inizio il suo apporto è stato enorme in termini di gol. Alla sua età sopporta la pressione senza problemi. Penso che abbia una buona mentalità ed è un giocatore eccezionale. Dovremo essere molto attenti nel controllarlo".

Così all'andata
Così all'andataFlashscore-StatsPerform