Serie A: exploit della Fiorentina, il Verona pareggia all'ultimo secondo a Udine

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più
Serie A: exploit della Fiorentina, il Verona pareggia all'ultimo secondo a Udine
Sottil
Sottil
Profimedia
Due i match delle 15, che hanno visto la Viola tornare a vincere in campionato dopo il k.o. contro il Milan e Verona e Udinese lasciare il campo con un punto a testa.

Nel pomeriggio di Serie A, due le gare andate in scena alle 15. 

La Fiorentina ha battuto 3-0 la Salernitana, mentre il Verona ha trovato un pareggio all'ultimo secondo chiudendo il match contro l'Udinese sul 3-3.

Fiorentina-Salernitana

Dopo il successo in Conference League, la Fiorentina si è riscattata anche in campionato dalla sconfitta contro il Milan

La squadra di Vincenzo Italiano si è imposta per 3-0 sulla Salernitana, dominando il match dall'inizio alla fine dell'incontro. 

I viola sono passati in vantaggio già dopo sei minuti, quando Arthur si è procurato un calcio di rigore poi finalizzato dagli undici metri da Beltran, che ha festeggiato al meglio il suo ritorno nei titolari. 

Dopo appena un quarto d'ora è arrivato il raddoppio, questa volta firmato da Sottil. L'attaccante della Viola ha scritto il proprio nome sul 2-0 con un meraviglioso destro a giro. 

Quasi assente la Salernitana, che si è limitata a difendere per evitare il terzo gol nel primo tempo, propiziato più volte ma non ottenuto dalla Fiorentina, che ha sbattuto contro un attento Costil. 

Dopo l'intervallo, gli ospiti hanno vissuto per pochi minuti il loro momento migliore, provando in più chance a riaprire la gara, fino a quel momento a senso unico.

Le statistiche del match
StatsPerform

L'occasione migliore dei granata è arrivata al 48', quando, sfruttando un cross di Mazzocchi, Ikwuemesi ha colpito la traversa di testa a due passi dalla porta.

Le speranze della Salernitana, però, sono naufragate definitivamente al 56', quando Giacomo Bonaventura ha firmato il tris viola, approfittando di un'uscita a vuoto del portiere avversario.

Il gol del 3-0 ha chiuso definitivamente la gara, che si è fatta arida di occasioni passata l'ora di gioco, con i padroni di casa che hanno gestito il risultato senza grandi rischi.

Udinese-Verona

Come la Fiorentina, anche la gara dell'Udinese sembrava in discesa dopo i primi 45 minuti. 

I bianconeri sono stati i migliori deila prima frazione, portandosi avanti di due gol in mezz'ora. 

Ad aprire le marcature è stato dopo 16 minuti Kabasele, che ha approfittato della punizione di Samardzic per beffare Folorunsho e firmare l'1-0.

Dopo meno di un quarto d'ora, è stata la volta di Lucca, che è stato lanciato da Pereyra e, da solo in area, ha firmato il raddoppio. 

Meno di cinque minuti dopo, però, il Verona ha battuto il primo colpo: l'arbitro ha assegnato un calcio di rigore per un fallo di mano di Kabasele in area. Dal dischetto si è presentato Djuric, che ha accorciato le distanze portando i suoi sul 2-1.

Nel secondo tempo, il momentum della gara ha favorito gli ospiti, che hanno creduto nella rimonta e hanno sono cresciuti di intensità con il passare dei minuti. 

Allo scoccare dell'ora di gioco, ci ha pensato una perla di Ngonge a riportare il match in parità. L'attaccante ha messo a segno una splendida rete in rovesciata, che è valsa il 2-2.

La giornata sembrava destinata a trasformarsi in un incubo per l'Udinese, che però ha trovato la forza di reagire e, dieci minuti dopo il pareggio, è riuscita a firmare il gol del nuovo vantaggio, ancora una volta con Lucca, che con un colpo di testa ha firmato la sua prima doppietta in Serie A. 

La sfida non è calata di intensità, con entrambe le squadre che hanno cercato il sesto gol del match con insistenza. 

Alla fine, dopo diverse chance, è stato il Verona ad andare a segno, sull'ultima azione della partita al 98': ancora una volta grazie a un colpo di testa Henry ha trovato la rete del 3-3 definitivo, che ha fatto esplodere di gioia la panchina dell'Hellas.