Cioffi chiama i tifosi dell'Udinese a sostegno: "Abbiamo bisogno della curva per vincere"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Cioffi chiama i tifosi dell'Udinese a sostegno: "Abbiamo bisogno della curva per vincere"

Gabriele Cioffi
Gabriele CioffiProfimedia
L'allenatore dell'Udinese è consapevole dell'importanza dei supporter friulani

"Abbiamo passato le ultime due gare in casa con una penalizzazione non da poco. La potenza della nostra Curva è stata una discriminante in negativo. La tifoseria di Udine è molto inglese e ci supporta fino all'ultimo. Abbiamo bisogno del loro sostegno per tornare a fare quello per cui siamo pagati: vincere". Lo ha detto Gabriele Cioffi, in conferenza stampa, alla vigilia della gara salvezza interna con la Salernitana.

"Pereyra non siamo riusciti a recuperarlo, da capitano verrà in panchina, ma non sarà utilizzabile - ha aggiunto - A destra abbiamo Ebosele e Ferreira, perché Ehizibue ha subito un trauma cranico importante con il Genoa. Si è allenato solo una volta con noi, quindi anche lui verrà all'inizio in panchina".

Gabriele Cioffi
Gabriele CioffiProfimedia/Stats Perform

Il tecnico si è soffermato sulle voci di un suo eventuale avvicendamento in caso di mancato successo con l'ultima della classe: "Tutti gli allenatori sono in discussione tutte le domeniche: dunque ho vissuto la preparazione alla gara come sempre al 110%".

Passaggio anche sulla coppia d'attacco titolare, costituita da Thauvin e Lucca, con quest'ultimo a secco da 8 turni. "Finché sta facendo bene chi gioca, non vedo motivi per cambiare - ha osservato il mister -. Come alternative, Brenner è più avanti di un Davis che, comunque, con il Genoa ha impattato bene".

Circa gli avversari, Cioffi ha ricordato che "la Salernitana ha valori in mezzo al campo importanti: mi aspetto una squadra che viene a giocarsi la gara a guardia bassa, ma per la posizione di classifica oserà anche. Dovremo essere bravi a leggere i vari momenti della gara, quindi servirà calma".