Atalanta-Verona, Gasperini: "Punti sprecati, ora pensiamo al Liverpool"

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Baroni soddisfatto, Gasperini amaro: "Punti sprecati, ora pensiamo al Liverpool"

Gian Piero Gasperini
Gian Piero GasperiniAFP
I due tecnici sono intervenuti al termine del pareggio.

Un pareggio per 2-2 che va stretto all'Atalanta che aveva dominato la gara contro il Verona ma si è vista rimontare dopo la grande reazione dell'Hellas. 

"Penso sia stata una bella partita, anche se per noi resta il rammarico di non averla vinta dopo i due gol di vantaggio. Ma devo dire che il Verona ha giocato con grande intensità fino alla fine. Abbiamo preso due gol in quattro minuti, ma fisicamente abbiamo tenuto bene e anche dopo il 2-2 abbiamo creato occasioni pericolose", ha spiegato Gian Piero Gasperini alla fine del match.

Secondo il tecnico, però, non ha inciso il pensiero della sfida di ritorno di Europa League contro il Liverpool: "Non credo neanche a questo perché questa era una gara importante per guadagnare punti in campionato. Purtroppo diverse partite le abbiamo un po' sciupate in questo modo. Non è facile avere sempre la condizione fisica e psicologica al meglio. Le squadre in Italia hanno dei valori, sono preparate bene, stasera l'Hellas ha mostrato una grande reazione. Le partite sono sempre difficili in Serie A, basta vedere i risultati di questo turno di campionato".

Le parole di Gasperini
Le parole di GasperiniStatsPerform, AFP

"Io non credo che l'Atalanta a inizio stagione pensasse di essere dentro in tre competizioni a fine aprile... Quest'anno è andata oltre e nelle ultime dieci partite abbiamo fatto otto trasferte. È stato anche un periodo molto intenso nel quale abbiamo reagito e senza crearci degli alibi. Abbiamo incontrato tutte le migliori e da stasera speravamo di migliorare la nostra classifica, ma non è andata bene. Ci sono però ancora parecchie partite e tutte le competizioni. Abbiamo deciso di non rinunciare a nessuna di essa, di giocarci al meglio tutte le partite, ma è chiaro che non è facile e alcuni di loro sono davvero degli highlander visto che giocano ogni tre giorni", ha aggiunto.

Ora, però, l'attenzione passerà tutta al match contro gli ingles: "Non è facile, abbiamo visto che stasera l'Hellas ci ha realizzato due gol in quattro minuti. Ho visto il Liverpool realizzarne anche tre in una finale di Champions... Quello di giovedì sarà un appuntamento speciale per tutta Bergamo e servirà una grande partita. Il traguardo è talmente prestigioso che troveremo tutte le nostre migliori energie".

Baroni: "Sapevo che potevamo riaprirla"

"Nello spogliatoio all'intervallo non ero così calmo, sull'1-0 abbiamo perso nella nostra trequarti un pallone che non dovevamo perdere. Però c'è da dire che non avevamo mai giocato con questo centrocampo e nel primo tempo Silva ha un po' pagato dazio". Questa, invece, l'analisi di Baroni ai microfoni di Sky Sport.

Il tecnico non ha mai smesso di credere nella rimonta: "Sapevo che c'era la possibilità di riaprirla, dovevamo solo restare nella partita e la squadra l'ha fatto. Abbiamo giocato contro una grandissima squadra, che gioca un grandissimo calcio. È stato un buon pareggio".