Scoppia lo scandalo Tokyo 2020: arriva la prima condanna per corruzione

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Di più

Scoppia lo scandalo Tokyo 2020: arriva la prima condanna per corruzione

Le Olimpiadi sono state rinviate di un anno per via dell'emergenza Coronavirus
Le Olimpiadi sono state rinviate di un anno per via dell'emergenza CoronavirusProfimedia
Le Olimpiadi di Tokyo 2020, rinviate per pandemia, sono state insolite e controverse per diversi motivi. Dopo che un tribunale di Tokyo ha emesso una sentenza di condanna con sospensione della pena nei confronti dell'ex presidente di uno sponsor dei Giochi, l'AFP ha analizzato alcuni degli scandali che hanno caratterizzato l'evento.

I procuratori giapponesi stanno indagando o hanno sporto denuncia in diversi casi che riguardano accuse di manipolazione delle gare d'appalto o di corruzione nelle Olimpiadi del 2021.

Venerdì scorso, l'ex presidente del rivenditore Aoki Holdings è stato condannato a una pena detentiva sospesa dopo aver ammesso di aver effettuato pagamenti per assicurarsi i diritti di sponsorizzazione dell'evento.

Molte accuse sono incentrate sull'ex membro del consiglio di amministrazione di Tokyo 2020 Haruyuki Takahashi, che è stato arrestato con l'accusa di aver intascato centinaia di milioni di yen in tangenti per la sponsorizzazione.

Le aziende coinvolte vanno da una casa editrice a una società di merchandising autorizzata a vendere peluche delle mascotte dei Giochi.

Haruyuki Takahashi
Haruyuki TakahashiProfimedia

Un altro filone di accuse coinvolge la più grande agenzia pubblicitaria giapponese, Dentsu, e altre cinque aziende, accusate di aver truccato le gare d'appalto per assicurarsi i contratti dei Giochi.

Le domande sulla scorrettezza dei Giochi sono scoppiate ben prima del loro svolgimento, avvenuto con un anno di ritardo.

Nel 2019, l'allora capo del Comitato olimpico giapponese, Tsunekazu Takeda, si è dimesso dopo che i procuratori francesi hanno avviato un'indagine su accuse di corruzione legate alla candidatura olimpica di Tokyo.

Una società di consulenza assunta dal comitato di candidatura avrebbe pagato 370.000 dollari al figlio di un membro del Comitato Olimpico Internazionale prima e dopo che il Giappone fosse scelto per ospitare i Giochi. Takeda ha negato qualsiasi illecito.

Per via dell'emergenza Covid-29, le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate di un anno all'estate del 2021, la prima volta che i Giochi sono stati spostati in tempo di pace. 

I dubbi sulla possibilità che si svolgessero si sono protratti fino all'ultimo minuto. Alla fine si sono svolti in una forma ridotta che ha visto gli spettatori esclusi dalla maggior parte degli eventi.

I Giochi si sono svolti durante uno stato di emergenza virale e in un contesto di indignazione pubblica, con sondaggi che mostravano come la maggioranza dei giapponesi volesse che l'evento fosse cancellato o ulteriormente rimandato.

Il prezzo finale dei Giochi è stato più che doppio rispetto alle stime iniziali di Tokyo del 2013, con un peso di 1,42 trilioni di yen, l'equivalente di 13 miliardi di dollari.